Acquafredda di Maratea, tra mare e monti ☼ Acquafredda di Maratea, between the mountains and the sea

Da anni ormai io e la mia famiglia approfittiamo delle vacanze estive per andare alla scoperta delle bellissime spiagge del nostro Paese, e questa volta la scelta è ricaduta su una regione poco pubblicizzata e, per questo, lontana dal caos turistico al quale siamo abituati: la Basilicata. Una delle sue caratteristiche è quella di affacciare sia sul Mar Ionio che sul Tirreno, ed è proprio su quest’ultimo che si trova il luogo di cui vi parlerò oggi, Acquafredda di Maratea.

La prima cosa che colpisce il turista è sicuramente il colore del mare, o meglio, i colori. Già, perché le sfumature dell’acqua vanno dal trasparente al turchese, dal celeste al blu più intenso, dipingendo un panorama meraviglioso. mare colori Ma non è finita qui: un’altra caratteristica che distingue la costa tirrenica della Basilicata è il fatto che le montagne degradino direttamente nel mare, quindi le spiagge sono alte e rocciose, con qualche piccola cala qua e là. La sensazione di avere il mare davanti e le montagne immediatamente alle proprie spalle è molto particolare e suggestiva per chi è abituato alle classiche spiagge basse e sabbiose.  In spiaggia, oltre a prendere il sole e fare bagni nel mare cristallino, è anche interessante visitare le grotte naturali scavate nella roccia. Per godere al meglio della vacanza, suggerisco vivamente di scegliere un hotel che si affacci direttamente sul mare e che abbia una spiaggia privata, in modo da facilitare gli spostamenti (e da poter pranzare e/o cenare avendo davanti il panorama mozzafiato della costa lucana).

Durante la vacanza non rimanete soltanto ad Acquafredda, approfittatene anche per visitare i paesi limitrofi, ne vale davvero la pena. Dopo una mattinata di mare, perché non fare un bel giro al centro di Maratea, “la città delle 44 chiese”? Il borgo è arroccato sul monte San Biagio, e dietro ogni angolo si scorge la meravigliosa vista della spiaggia dall’alto. E non dimentichiamoci del porto turistico di Maratea, piccolo ma perfetto per un aperitivo al tramonto, quando il panorama è ancor più suggestivo. 

porto maratea

porto turistico di Maratea

 

Un’altra gita che consiglio caldamente è quella in cima al monte San Biagio per ammirare la statua del Cristo Redentore.

cristo redentore

Cristo Redentore

Vi ricorda nulla? La statua, che misura 21,20 metri, è chiaramente ispirata al Cristo de Corcovado di Rio, ed è stata realizzata dallo scultore fiorentino Bruno Innocenti.

Un’altra cittadina che ho avuto il piacere di visitare durante il mio soggiorno, è stata Sapri, che però non si trova in Basilicata ma in Campania. In realtà è vicinissima ad Acquafredda poiché la costa lucana è di soli 30 km: spingendosi un po’ più a nord, si è subito in Campania, e spingendosi un po’ più a sud, subito in Calabria. La fortuna ha voluto che, proprio il giorno in cui l’ho visitata, fosse la festa patronale della città. Le strade, quindi, erano piene di bancarelle e, dal lungomare, ho assistito alla processione delle barche sullo sfondo dei bellissimi colori del sole che tramontava dietro le montagne.

sapri

Sapri

In poche parole, la costa lucana mi è piaciuta moltissimo: la consiglio caldamente a tutti coloro che vogliono godersi una vacanza di puro relax, in un mare cristallino ed in una location che lascia senza fiato, e che dovrebbe essere più valorizzata, perché è davvero una perla. 

cornicetta blog

My family and I have been using summer holidays to discover the many beautiful beaches of our country, Italy, for a long time. This year we opted for a nonmainstream region, far from chaotic tourist destinations: Basilicata. One of its most intresting features is that it overlooks both the Ionian and the Tyrrhenian Sea, which is where the place I visited is located. The village is called Acquafredda di Maratea.

The tourist is immediately fascinated by the color of the sea, or I should say the colors of the sea, since its shades go from transparent to turquoise, from light blue to dark blue, painting a marvellous landscape. mare colori But that’s not all! Another characteristic of the Tyrrhenian coast is that Appennin Mountains descend directly into the sea, creating rocky shores with small bays scattered about. The feeling of having the sea in front of you and, at the same time, the mountains at your back is peculiar and suggestive, especially for those who are used to sandy beaches. Beside sunbathing and swimming in that crystal clear sea, I suggest you to visit the natual caves dug by the sea into the rocks. To enjoy the holiday to the fullest, I also suggest you to choose an hotel on the shore with a private beach, in order to have direct access to it (and to enojoy your meals admiring the breath-taking landscape of the Lucanian coast).

Take advantage of the holiday to visit not only Acquafredda, but also the many adjacent small towns they are worth it. After spending the morning at the beach, have a walk around Maratea, also known as “The city of 44 churches”. Maratea is located on mountain Monte San Biagio, and you will enojoy the fascinating view of the shore from above from every corner of the small town. Do not forget to visit Maratea’s harbor, a small yet perfect location for a drink at sunset, when the landscape is even more suggestive.

porto maratea

Maratea’s harbor

Another tour I warmly recommend is a visit to Monte San Biagio to admire the Christ the Redeemer statue (in Italian, statua del Cristo Redentore).

cristo redentore

Christ the Redeemer

 It looks familiar, doesn’t it? The statue, sculpted by the Florentine artist Bruno Innocenti, is 21,20 meters tall and it was inspired by the Cristo de Corcovado statue in Rio.

During my holiday, I also visited Sapri, which is not in Basilicata, but in the adjacent region of Campania. Actually, Sapri is very close to Acquafredda since the Lucanian coast is only 30 km long: driving north, you are a stone’s throw from Campania, driving south, a stone’s throw from Calabria. Accidentaly, the day I went there, I had the chance to attend the patron saint’s festival, so the small town was full of stalls, and I also saw the procession at Sea while the sun was setting and filled the sky with its colors.

sapri

Sapri

To sum up, I really enjoyed my trip to the Lucanian coast: I recommend it to all those who want to spent a few days of total relax, in a crystal clear sea and in a breath-taking location, which should be promoted since it really is a gem. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...